Come pulire il motore dell'auto senza fare danni

Come pulire il motore dell’auto senza fare danni

Oggi lavare il motore di una macchina è piuttosto inusuale e non più necessario. Dire questo, però, non significa che il motore dell’auto non possa essere lavato o che quest’ultimo si rovini con la pulizia, anzi, l’importante è sapere come procedere, utilizzare i prodotti giusti e non commettere errori che potrebbero costare gravi alla tua macchina.

Se sei uno di quegli automobilisti interessati a pulire a fondo il motore della propria auto, sei nel posto giusto: di seguito scoprirai tutto quello che c’è da sapere riguardo questo argomento tanto dibattuto. Vediamo allora qualche informazione che dovresti conoscere prima di iniziare a lavare il motore della tua auto e scopriamo poi come procedere con la pulizia vera e propria.

Quando e dove lavare il motore dell’auto

Innanzitutto, prima di iniziare qualsiasi operazione di pulizia del motore dell’auto, è bene sapere dove questa può essere fatta e quando è maggiormente consigliabile eseguirla.

Il lavaggio del motore di un’auto non dovrebbe avvenire per meri fattori estetici, a causa ad esempio della polvere che può ammucchiarsi sul vano motore di una macchina. Al contrario, si procede con la pulizia se ci sono dei motivi concreti, come addensamenti di olio che ti impediscono di capire se e dove c’è una perdita di liquido o se si ha a che fare con una turbina che consuma olio. Altrimenti, lavare un motore che non ha alcun problema solo perché vuoi vederlo scintillante potrebbe avere solo risvolti negativi al corretto funzionamento dell’automobile.

Un altro motivo per cui si può rendere necessario lavare accuratamente il motore dell’auto è nel caso si verifichi un infestazione da parte di animali, come topi o insetti, che può avvenire se l’automobile è spesso ferma o viene tenuta all’aperto in zone di campagna. Per tutte le altre evenienze, puoi pulire il motore della macchina senza utilizzare l’acqua oppure l’idropulitrice, ma solamente con un panno umido e l’aria compressa.

Un altro fattore a cui prestare attenzione quando si ha intenzione di pulire il motore dell’auto è il luogo in cui compiere questa operazione. Infatti, poiché con l’acqua ad alta pressione verranno eliminati residui di olio e grassi, è importante che questi non finiscano nella falde acquifere, che ne sarebbero contaminate. Ad esempio, nella maggioranza di autolavaggi fai da te, è vietato espressamente lavare i motori dell’auto, perché gli impianti di scarico non sono dotati di filtro che separa le sostanze inquinanti dall’acqua.

Per cui, prima di lavare il motore della tua auto, informati dove è possibile farlo, rivolgendoti ad un centro specializzato ad esempio, in modo da non inquinare l’ambiente né incorrere in sanzioni.

Come preparare l’auto alla pulizia del motore

Ebbene, lavare il motore dell’auto è semplice, ma non basta aprire il cofano ed attivare l’idropulitrice, perché ci sono dei componenti che non devono assolutamente venire a contatto con l’acqua.

Innanzitutto, vanno eliminate tutte le sporcizie più grandi, come foglie, aghi di pino e quant’altro, dopodiché si devono estrarre dal vano o proteggere tutte le componenti elettriche del motore. Ad esempio, la batteria può essere rimossa, visto che è un’operazione piuttosto semplice e veloce, oppure questa può essere ricoperta con una busta di plastica e sigillata bene affinché non venga in contatto con l’acqua.

Anche tutte le altre parti che ricevono corrente elettrica andrebbero isolate dal contatto con l’acqua, coprendole con sacchi di plastica e nastro isolante. In particolare, dovresti staccare i cavi elettrici e proteggere, oltre alla batteria: la centralina, l’alternatore, il debimetro, il box di fusibili e il compressore del climatizzatore. Dopodiché, si sarà pronti per il lavaggio, appurato che il motore deve essere ben freddo.

Come si lava il motore dell’auto?

Non c’è una tecnica univoca per lavare il motore di un’auto, ma ti sconsigliamo sia di utilizzare il vapore che l’acqua ad alta pressione, perché potrebbero danneggiare le componenti plastiche e più delicate.

Per eliminare il grasso e gli oli possono essere utilizzati prodotti sgrassanti appositi, venduti nei negozi specializzati, e spruzzarli su tutte le parti grasse del motore. Dopo aver atteso qualche minuto che il prodotto agisca, usando una spazzola o un pennello con setole rigide si può procedere a strofinare e scrostare il grasso accumulato. A questo punto è la volta dell’acqua: noi ti consigliamo di usare una pressione non troppo elevata. Sciacqua tutto il vano motore: il grasso e le parti incrostate dovrebbero venire via facilmente.

Dopo aver completato l’operazione, potrai renderti conto se qualche parte del motore è danneggiata o butta olio: nel caso di un problema alla turbina puoi sostituirla con una turbina revisionata, dei pezzi affidabili e garantiti, ma ad un prezzo più piccolo.